BBHM-BirthCenter-38

Metodi naturali di sollievo dal dolore

I metodi naturali per alleviare il dolore in linea di principio non hanno effetti negativi né per il bambino né per il travaglio. Lo svantaggio è che l'effetto analgesico è difficile da prevedere in anticipo. I metodi naturali di sollievo del dolore naturale di solito hanno il miglior effetto all'inizio del travaglio.

Attività fisica

Cambiare posizioni per il parto e fare movimento aumentano la produzione di ormoni antidolorifici del corpo. In posizione verticale, la forza e il peso del bambino vengono orientati nella giusta direzione. È anche più facile respirare, e nausea e vomito non si verificano. Molte donne provano una maggiore sensazione di controllo e di partecipazione.

Doccia e bagno

La doccia e il bagno sono vissuti da molte come antidolorifici e, soprattutto, calmanti. Il soffione della doccia può essere direzionato verso la zona dolorante così da alleviare il dolore. La temperatura dell’acqua del bagno non deve essere superiore a 38 gradi. E dopo un paio d'ore è bene fare una pausa perché ci si può disidratare e il battito del bambino può diventare alto.

Per quanto riguarda il bagno può essere utile considerare quanto segue: - Se ci si sdraia nella vasca durante le prime fasi del travaglio, le contrazioni possono diminuire. Successivamente durante il travaglio le contrazioni non vengono influenzate, ma di solito dà un ottimo rilassamento e tolleranza al dolore. Se vi piace fare il bagno, naturalmente.

Massaggio

Il massaggio è probabilmente il più comune fra i metodi di sollievo dal dolore non farmacologici. Qui il partner ha un compito fondamentale, come ad esempio nel massaggio alla schiena, che è il massaggio che viene utilizzato di più. Anche il massaggio dei piedi è un altro tipo di massaggio che può farti rilassare più facilmente. Quale sia il massaggio migliore varia durante il travaglio ed è importante che controlli tu stessa come viene effettuato. La cosa migliore è provare. L'ostetrica aiuta e guida il partner.

Blocco con acqua distillata

Significa che viene iniettata acqua distillata direttamente sotto la pelle nell'area dolorante. Più comunemente, le iniezioni vengono effettuate nella schiena o sull’osso pubico. Maggiore è il numero di punti in cui viene effettuata l’iniezione, migliore sarà l'effetto che sperimenterai. Le iniezioni danno un bruciore acuto e un dolore intenso che dura per 15-30 secondi, seguito dall’effetto analgesico che dura per 1-2 ore dopo l'iniezione. Se ne hai bisogno, è possibile ricevere ulteriori iniezioni successivamente.

TENS (stimolazione nervosa elettrica transcutanea)

TENS significa che si ricevono piccole scosse elettriche sulla la zona dolorante, bloccando così il dolore. Le piastre in gomma, che sono collegate a una macchina alimentata a batteria, sono fissate con nastro adesivo sull'area da trattare. Una debole corrente elettrica, che si sente come una scossa, produce un effetto antidolorifico. Puoi gestire il dispositivo e regolare la potenza delle scosse elettriche da sola per ottenere l'effetto desiderato. È un metodo efficace se praticato in anticipo e se lo hai anche utilizzato nelle prime fasi del parto.

Caldo e freddo

Il calore e il freddo sono metodi classici utilizzati dalle donne di tutte le età. Asciugamani di spugna strizzati molto caldi o cuscinetti riscaldanti possono essere posizionati sull'area dolorante. Il freddo è più spesso utilizzato dopo che il bambino è nato per alleviare il dolore delle lacerazioni nella zona genitale.

Digitopressione

La maggior parte delle ostetriche sono attualmente fiduciose nell’utilizzo della digitopressione. Il trattamento, da secoli parte della tradizione cinese, sta diventando sempre più comune durante il travaglio. Andando a premere con le dita su punti speciali, si ottiene un effetto analgesico e calmante. La digitopressione può essere utilizzata anche per stimolare le contrazioni e per far staccare la placenta più facilmente dopo la nascita del bambino.

Fonte: - Abascal, G., & Huss, M. S. (2018). Att föda. Bonnier Fakta.